Gruppo Comunale di Protezione Civile di Monza Gruppo Comunale di Protezione Civile di Monza  
 

Iniziative

HomeSeparatore breadcrumbsIniziativeSeparatore breadcrumbsChild Link

Child Link

Segnala la pagina Stampa la pagina


Child Link

Il legame con un bambino e la sua comunità

Durante il 2008 i volontari del gruppo comunale di protezione civile, danno vita ad una nuova iniziativa aderendo al progetto Child Link dell'associazione Save The Children.
Il progetto ha l'intento di creare un legame con un bambino e la comunità in cui vive. Non si tratta di una semplice adozione a distanza ma dell'adesione ad un progetto che mira a sostenere una comunità offrendo progressi reali e duraturi a tutti i bambini che vi appartengono, condividendo i valori migliori del loro mondo familiare e sociale, e conservando e valorizzando la loro identità culturale.
Save the Children sceglie un bambino come testimone per tenere al corrente dei progressi realizzati nella comunità attraverso i programmi di educazione, nutrizione, igiene e salute. 

Il progetto ha inizio a fine maggio con la spiegazione a tutti i volontari dell'iniziativa e la raccolta delle adesioni.
I volontari che intendono aderire effettuano una donazione simbolica di un euro al mese per contribuire al progetto. Al momento della raccolta delle adesioni Save The Children gestisce cinque progetti che coprono le seguenti aree geografiche: Africa, America Latina, Asia, Medio Oriente, Europa dell’Est. Per ogni area geografica è stato scelto un bambino come testimonial.

Il 21 agosto si conclude la raccolta delle adesioni, i volontari partecipanti sono 33 e vengono raccolti 450,00 €

Il 22 agosto viene finalmente sottoscritto il modulo di adesione al progetto, durante la sottoscrizione si decide di non indicare l'area geografica da sostenere, lasciando a Save The Children la libertà di assegnare al Gruppo Comunale l'area con il maggior bisogno.

A metà novembre inizia a muoversi qualcosa, arriva la prima newsletter di ringraziamento per l'adesione al progetto.

Il 19 dicembre arriva la lettera di benvenuto con indicata l'area geografica a cui è stato assegnato il Gruppo Comunale. Il paese è l'Afghanistan e la bambina che fa da testimonial è Nazanine.

Nazanine 

Nome: Nazanine

Data di Nascita: 25 Luglio 1999

Dove vive: un villaggio del nord dell'Afghanistan

Passatempi preferiti: giocare con le bambole, gli amici e il suo gattino

Lavori: andare a prendere la legna e l'acqua che servono in casa

Lingua parlata: turcomanno

Nazanine dice: "Mi piace tantissimo giocare con le costruzioni, con le bambole e saltare la corda"

Nazanine è una bambina di 9 anni, allegra e solare, che vive con i suoi genitori, due sorelle e tre fratelli in una capanna di argilla in un piccolo villaggio fra le montagne dell’Afghanistan. La sua famiglia possiede un gregge di pecore, due mucche e un orto. La madre di Nazanine insegna nella scuola femminile della comunità, mentre il padre è il preside dell’istituto maschile. In casa non c’è né acqua né corrente elettrica. Dormono tutti su materassi disposti direttamente sul pavimento.
Decenni di guerra civile hanno messo il paese in ginocchio e la popolazione afghana affronta quotidianamente una realtà ai limiti della sopravvivenza. Un bambino su cinque muore prima di aver compiuto 5 anni, generalmente per cause prevenibili con un semplice vaccino, e l’aspettativa di vita media è di soli 43 anni. Nei villaggi di campagna il tasso di malnutrizione infantile raggiunge il 69%; in quello dove vive Nazanine, il reddito medio è di soli 13 euro al mese. La maggior parte degli abitanti vive di pastorizia ed è analfabeta. In un contesto così povero, i bambini spesso lavorano per contribuire alle entrate economiche della famiglia.
Le bambine sono in gran parte escluse dall’istruzione anche perché la maggior parte delle famiglie non accetta che le proprie figlie adolescenti abbiano un insegnante di sesso maschile.
L’istruzione è infatti penalizzata dalla carenza di insegnanti preparati, soprattutto di sesso femminile, ma anche di materiale didattico.
Generalmente, nella comunità si diffondono malattie come la tubercolosi in inverno, mentre in estate sono più comuni diarrea e infezioni da vermi intestinali.


 
 
Seguici su: Facebook Facebook | LinkedIn LinkedIn | Picasa Web Picasa Web | You Tube You Tube  
Sito dei Volontari del Gruppo Comunale di Protezione Civile di Monza
email: info@protezionecivilemonza.it
realizzato da eFuture S.r.l.