Gruppo Comunale di Protezione Civile di Monza Gruppo Comunale di Protezione Civile di Monza  
 

Il gruppo

HomeSeparatore breadcrumbsIl gruppoSeparatore breadcrumbsLa nostra storia

La nostra storia

Segnala la pagina Stampa la pagina

Monza, febbraio 2012

Clicca qui per vedere alcune immagini

Il Gruppo Comunale Volontari di Protezione Civile di Monza, GCVPC in breve, è una realtà importante nel contesto della Protezione Civile della nostra Provincia e della Regione Lombardia.
Il Gruppo è nato 8 anni fa, il 14 febbraio del 2004. Il giorno di San Valentino. E questo già fa capire che rapporto ha ognuno di noi con il nostro Gruppo.
Dopo la tragica esondazione del Lambro del novembre 2002 infatti il Comune di Monza sentì la necessità di garantire in prima persona lo svolgimento di una attività tanto delicata per la città, dotandosi di un Gruppo di Volontari che contribuisse fattivamente alle esigenze di previsione, prevenzione ed intervento in caso di emergenza. Il Gruppo da allora è cresciuto continuamente fino ad oltre 100 volontari grazie a quattro corsi di formazione organizzati in proprio e riconosciuti a livello nazionale a cui hanno partecipato oltre 600 monzesi, molti dei quali sono poi diventati Operativi.
Oggi il Gruppo è composto da circa un centinaio di donne e uomini di tutte le età e professioni, dai 20 agli 80 anni, accomunati da un forte spirito di solidarietà e dalla volontà di contribuire attivamente al benessere della propria città. I Volontari dedicano in modo totalmente gratuito il proprio tempo, le proprie energie e anche le proprie competenze professionali alla cittadinanza, fornendo un prezioso contributo che si esprime in oltre 25 mila ore di servizio mediamente svolte all’anno tra attività di addestramento, esercitazioni ed interventi d’emergenza.
Una curiosità: il nostro logo vuole coniugare abilmente Monza e la Protezione Civile. Una “Luna rosseggiante in campo bianco col caschetto”, ricorda l’antico stemma monzese che ancora sopravvive nella tradizione culturale di Monza (la Luna) e il peculiare elemento dell’attrezzatura di Protezione Civile (il caschetto giallo).
Il Gruppo è organizzato in 5 squadre di circa 15-20 persone che a turni settimanali sono reperibili 24 ore su 24 per assicurare l’intervento in caso di emergenza. Il Gruppo è coordinato dall’Ufficio di Protezione Civile del Comune, il cui Responsabile è l’Ing. Mario Stevanin; il capo dei Volontari, diciamo così, è il Responsabile Operativo Luciano Marigo che è coadiuvato dal Responsabile Tecnico Fabio Viganò, dal Responsabile della Sede e Manutenzione e da 5 Capisquadra e 5 Vicecapisquadra.
Ogni sera della settimana le squadre si trovano a turno presso la sede di Via Fossati, dove svolgono attività di addestramento, manutenzione delle attrezzature e programmazione delle future attività. Sono momenti importanti anche dal punto di vista umano, dove nascono e si sviluppano amicizie che proseguono poi anche al di fuori del mondo della Protezione Civile.
Le attività si volgono con continuità durante tutto il corso dell’anno con una prevalenza di attività di carattere addestrativo e formativo nel periodo invernale (da ottobre ad aprile), nel quale grande importanza viene data alle esercitazioni (anche a sorpresa) svolte per testare le proprie capacità di intervento in emergenza, e di carattere operativo e di servizio durante il periodo primaverile-estivo. In questo secondo periodo è più facile riconoscere i nostri Volontari che svolgono le proprie attività in coordinamento con il 118, VVFF, Polizia Locale ecc. in particolare in occasione di manifestazioni pubbliche quali, ad esempio, i Fuochi di San Giovanni e le varie attività organizzate in giugno-luglio dall’Amministrazione Comunale, il Servizio nel Parco dove viene organizzato un presidio fisso tutti i sabati e le domeniche pomeriggio, il Gran Premio, i concerti e vari altri “eventi” dove le autorità competenti richiedono la nostra presenza.
In questi ultimi inverni abbiamo anche il piacere di aiutare i nostri amici della Croce Rossa nella gestione del presidio di assistenza ai Senzatetto. Collaboriamo con molte Associazioni di Protezione Civile organizzando o partecipando a esercitazioni intercomunali, provinciali o regionali.
Un capitolo a parte meritano le purtroppo numerose emergenze nelle quali abbiamo dato il nostro contributo. Emergenze nazionali quali il Terremoto in Abruzzo del 2009, che ha visto i nostri volontari partecipare anche alla fase di assistenza alla popolazione sfollata dai paesi devastati dalle scosse telluriche presso il campo di Monticchio 2, l’Emergenza Liguria del 2010 dove abbiamo aiutato la popolazione di Varazze a rimuovere il fango ed i detriti lasciati dai torrenti esondati; la più recente emergenza del novembre 2011 che ha segnato tragicamente il ponente ligure. Ma anche emergenze locali quali le frequenti esondazioni del Lambro che minacciano buona parte del centro della nostra città, le nevicate come quella che a gennaio 2006 ha bloccato la città per quasi una settimana, i fenomeni meteo eccezionali come la recente tempesta del 5 agosto 2011, oppure gli interventi per impalcature e alberi caduti per il forte vento che vanno rimossi al più presto, l’inquinamento del Lambro da parte della Lombarda Petroli a gennaio 2010, gli interventi all’interno del Parco di Monza per la messa in sicurezza del patrimonio arboreo, la ricerca di persone scomparse, il supporto alle famiglie sfollate a causa di incendi in abitazioni o per inagibilità delle proprie case e tante altre.
Il Gruppo Comunale Volontari di Protezione Civile di Monza dalla sua fondazione è cresciuto anche nell’attrezzatura necessaria per gli interventi grazie allo sforzo del Comune di Monza ed alla collaborazione finanziaria di altri Enti e di donatori privati. Il Gruppo ha a disposizione 8 mezzi operativi, tra cui 2 mezzi allestiti di tutto punto per il pronto intervento, una centrale operativa mobile e mezzi per il trasporto di persone ed attrezzature; 4 carrelli di cui uno porta un generatore con torre faro da 17 kw (in grado di fornire l’energia equivalente a quella disponibile in 6 appartamenti) ed un altro porta una motopompa da 3500 litri al minuto.  Inoltre abbiamo tende sia pneumatiche sia normali per vari usi quali dormitorio, mensa, centrale operativa, pronto soccorso o magazzino. Possiamo contare su una decina di motopompe, generatori, motoseghe, fari e poi sui NOAQ, quei salsiccioni gonfiabili rossi che usiamo per attrezzare in pochi minuti argini di emergenza da disporre lungo il Lambro. Insomma un magazzino abbastanza ricco di attrezzatura che cerchiamo di tenere nella massima efficienza per eventi che speriamo sempre non accadano.

 
 
Seguici su: Facebook Facebook | LinkedIn LinkedIn | Picasa Web Picasa Web | You Tube You Tube  
Sito dei Volontari del Gruppo Comunale di Protezione Civile di Monza
email: info@protezionecivilemonza.it
realizzato da eFuture S.r.l.